Torna a...
Articoli e News Fotografie e Video Da non perdere!

[Foto-Video] Torre Lapillo: nate le tartarughe “Caretta Caretta”

Questa notte, dopo 60 giorni di attesa, sulla spiaggia di Torre Lapillo  si sono schiuse le uova di tartaruga marina della specie “Caretta Caretta”.

Le uova sono state deposte la notte del 18 Luglio quando sulla spiaggia si trovava un turista che vedendo la mamma tartaruga che nidificava ha provveduto subito a segnalare l’evento a Legambiente e all’Area Marina Protetta.

Nei giorni successivi è stato un continuo susseguirsi di esperti e volontari che hanno custodito il nido mettendolo al riparo e controllandone continuamente le condizioni.

Altre foto e Aggiornamenti » Area Marina Protetta di Porto Cesareo

Comunicato stampa A.M.P.
Una magica notte nell’Area Marina Protetta Porto Cesareo

Carissimi amici, finalmente la scorsa notte hanno iniziato la loro emozionante avventura nelle acque dell’Area Marina protetta Porto Cesareo le prime meravigliose tartarughine.

Dopo 60 giorni di attese e di veglie, verso la mezzanotte tra il 19 ed il 20 settembre, il nido di Caretta caretta ha iniziato a mostrare i primi segni che preannunciavano l’imminente comparsa delle piccole tartarughe. La sabbia ha iniziato a smuoversi, e piano piano, poi, sono comparse le prime venti tartarughe: la lentezza della loro risalita verso la superficie portava con sé il mistero della nascita, la meravigliosa potenza della natura, che sempre riesce a toccare le corde più profonde di ciascuno di noi, anche degli addetti ai lavori.

Le giovani intrepide sono state assistite da tutti i volontari che in questo lungo periodo hanno vegliato sul nido: sono state pesate, misurate… e poi lasciate libere di correre verso il mare.

Oggi sono lì, che nuotano instancabili per miglia, allontanandosi dalla nostra costa, ed affrontando da sole la loro vera avventura: riuscire a sopravvivere, crescere e diventare adulte… per poter, un giorno, ritornare a nidificare qui, dove sono nate.

Assieme ai volontari ed agli addetti ai lavori, nonostante il tempo avverso e l’ora tarda, si è riunita attorno al nido alla spicciolata una piccola folla di gente, che nei due mesi scorsi ha mantenuto viva l’attenzione e che ha partecipato con commozione sincera e assoluta ad un evento unico ed irripetibile.

Come sempre le emozioni più profonde arrivano dopo lunghe attese e grandi fatiche, così oggi ringraziamo tutti coloro che hanno supportato l’Area Marina Protetta Porto Cesareo per tutto questo tempo, creando per la prima volta una rete di collaborazioni così stretta:

  • TartaSalento – Osservatorio faunistico Provincia di Lecce (Calimera)
  • Centro Recupero Tartarughe Marine di Rauccio
  • Legambiente
  • Associazione Congeav
  • Le amministrazioni locali

Ringraziamo infine gli abitanti del luogo, che ci hanno dato sostegno concreto e logistico, ed i turisti che da vicino e da lontano ci hanno supportato ed hanno mantenuto interesse e curiosità per questo evento così importante per tutto il Mediterraneo.

Questa notte, tanto vicina all’essenziale, tanto profondamente naturale, ha toccato i cuori di tutti coloro che hanno seguito con fatica e trepidazione i lunghi giorni di attesa….Non ci resta che augurare buon viaggio alle piccole-grandi avventuriere.

Lascia un commento!

23 Settembre 2011 @ 08:39

Un gran bella notizia 🙂

LIA
17 Ottobre 2011 @ 09:16

CHE BELLO , GRAZIE ALLE VOSTRE RIPRESE , ANCHE DA MODENA MIO FIGLIO HA VISTO QUESTO EVENTO SPETTACOLARE.GRAZIE A TUTTI.

19 Ottobre 2011 @ 15:09

@LIA: le riprese non sono nostre ma della videocamera posizionata dall’Area Marina Protetta. Grazie per essere passata! 😉

Scrivi qui il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*).