Torna a...
Artisti Shopping, Servizi e altre attività

Arianna Greco

Blog » http://ariannagrecoarte.wordpress.com/

Tele al vino

Articolo » Dipingere con il vino, di Arianna Greco (1 Aprile 2012)

L’amore tuo diffonde il suo vigore in tutto il mio essere – Primitivo di Manduria (30×40)

01 - L'amore tuo diffonde il suo vigore in tutto il mio essere - Primitivo di Manduria (30x40)

Ingenua voluttà – Primitivo di Manduria (40×50)

02 - Ingenua voluttà - Primitivo di Manduria (40x50)

Io tra le tue passioni – Primitivo di Manduria (40×50)

03 - Io tra le tue passioni - Primitivo di Manduria (40x50)

Sei la mia croce e delizia – Primitivo di Manduria (50×50)

04 - Sei la mia croce e delizia - Primitivo di Manduria (50x50)

Amore e psiche – Nero di Troia (50×80)

05 - Amore e psiche - Nero di Troia (50x80)

Ti desidero – Primitivo di Manduria e Nero di Troia (40×40)

06 - Ti desidero - Primitivo di Manduria e Nero di Troia (40x40)

Senza fine – Negroamaro (50×60)

07 - Senza fine - Negroamaro (50x60)

Jubris – Negroamaro (40×60)

08 - Jubris - Negroamaro (40x60)

Come mi vuoi – Barolo 1976 (40×60)

09 - Come mi vuoi - Barolo 1976 (40x60)

Quante volte – Barolo 1976, Barbera 2007 (30×40)

11 - Quante volte - Barolo 1976, Barbera 2007 (30x40)

Minuetto – Barolo 1976, Negroamaro, Barbera 2007 (40×50)

10 - Minuetto - Barolo 1976, Negroamaro, Barbera 2007 (40x50)

È inevitabile follia – Barolo 1976,Barbera 2007 (40×50)

12 - È inevitabile follia - Barolo 1976,Barbera 2007 (40x50)

Nel bene e nel male – Dolcetto delle Langhe 1981, Barbera 2007, Barolo 1976 (60×60)

13 - Nel bene e nel male - Dolcetto delle Langhe 1981, Barbera 2007, Barolo 1976

Opere presentate alla IX Rassegna d’Arte Contemporanea @ Giovinazzo (Bari)

Articolo » IX Rassegna d’Arte Contemporanea @ sala “Il Bastione” – Giovinazzo (Bari)

SERENDIPITÀ

formato cm 70 x 100 – tecnica: CARBONCINO

Termine usato per indicare la sensazione provata quando si scopre una cosa non cercata e imprevista mentre se ne sta cercando un’altra. La donna, simile alla Rossellini, ha delle rughe che ne indicano l’età non più giovane ma… ha anche un “collare” particolare, non da donna “pacata” ma da donna aggressiva e alternativa. Come la VITA trascorsa da lei, una vita di eccessi alla ricerca di sensazioni sempre nuove. Fino al raggiungimento di una SERENITÀ, non voluta fino ad allora, non cercata ma scoperta casualmente.

Serenità opposta alla vita adrenalinica degli anni giovanili. Una famosa frase per descrivere la serendipità è del ricercatore biomedico americano Julius H. Comroe:

Serendipity is looking in haystack for a needle and discovering a farmer’s daughter

La serendipità è cercare l’ago in un pagliaio e trovarci la figlia del contadino

(Questo il quadro a tema “il mio sogno” “…è proprio questo che desidero per me….vivere una vita poliedrica, viverla pienamente, per poi raggiungere, con gli anni, una serenità che mi accompagni per tutto il resto della mia vita” – Arianna Greco)

L’ANDROGINO

formato cm 70 x 100 – tecnica MISTA: CARBONCINO, SANGUIGNA, ACRILICO

Rivisitazione moderna e realistica del celeberrimo mito dell’Androgino, enunciato da Aristofane ne “Il Simposio di Platone”: non figlio del Sole come gli uomini, non figlio della Terra come le donne, ma figlio della Luna, che della natura di entrambi partecipa.

Il mito racconta che la completezza autosufficiente rese gli umani androgini così arroganti da immaginare di dare la scalata all’Olimpo e Zeus (non volendo distruggerli per non privare l’Olimpo dei loro sacrifici) , separò ciascuno di loro in due metà, riducendoli a solo maschio e solo femmina. Quella che Elémire Zolla chiama “l’umana nostalgia dell’interezza”, mai placata, è la radice e in qualche modo la costrizione all’amore (“alla brama e all’inseguimento dell’interezza, ebbene, tocca il nome di amore”).

OSSERVANDOMI

formato 70 x 100 – tecnica MISTA: CARBONCINO, SANGUIGNA, ACRILICO

La ragazza nuda, sicura di sé, del suo corpo, della sua bellezza, è disinvolta e si osserva anche se con aria di ebetudine stuporosa… non ha tabù, la porta dinanzi a lei è spalancata. Una sorta di accettazione (per “costrizione” dovuta ai giudizi comuni) della propria esteriorità, anche se frutto di sacrifici.

GIOCO DI DONNA

formato cm 70 x 100 – tecnica MISTA: CARBONCINO E ACRILICO

In realtà, la mia, è più una visione dell’UOMO COME “GIOCATTOLO” NELLE MANI DELLA DONNA, come una sorta di marionetta, un burattino i cui fili vengono manovrati dalla bellezza e dal fascino femminile. La donna, se bella, ha molta più facilità a manovrarlo e a renderlo il proprio giocattolo. Nonostante l’uomo si illuda di avere una propria personalità.

Articoli correlati

Lascia una recensione!

Luciana
11 Novembre 2010 @ 13:28

Veramente eccezionale, il tocco dell’artista è inconfondibile, è evidente la provenienza da una grande scuola.
Personalmente, sono rimasta MOLTO impressionata e quasi sgomenta di fronte all’opera “l’androgino”, che evidenzia ed anzi anticipa quello che sarà il nuovo genere umano
saluti
Lucy

tommy tommy
11 Novembre 2010 @ 13:49

anche a me piace l’androgino…
sei davvero brava cuscì TVB!!!
by
tommy tommy

nerofumo
11 Novembre 2010 @ 20:24

una domanda,ma cos’è quella cosa appesa sulla gamba dell’androgino?

Arianna Greco
11 Novembre 2010 @ 20:32

ahahahahahahahahahahaha nerofumo, si vede che nn conosci l’anatomia maschile o forse la dimensionalità nn ti è nota… 😀

Arianna Greco
11 Novembre 2010 @ 20:37

@tommy tommy:
grazie Tommy Tommy! TVB!

Arianna Greco
11 Novembre 2010 @ 22:29

@Luciana:
ODDIO, PROPRIO DA UNA GRANDE SCUOLA NN DIREI….SON AUTODIDATTA…IN OGNI CASO GRAZIE LUCY!

Yuri
2 Marzo 2012 @ 10:37

Quella cosa appesa all’androgino è l’oggetto che rende schiave le femmine all’uomo! Quello che ammiro dalle donne è la loro fantasia:
UOMO COME “GIOCATTOLO” NELLE MANI DELLA DONNA…a mio avviso sono le femmine usate come giocattolo nelle mani degli uomini che le manipolano come oggetti, ecco perchè ammiro la fantasia femminile. E poi da quando in qua la donna ha una personalità? L’unica cosa che riescono a manovrare e rendere giocattolo…è proprio quell’oggetto appeso sulla gamba dell’androgino! A un uomo non necessita la bellezza per addomesticare una femmina, basta il cervello!

Gino
10 Giugno 2012 @ 11:40

L’evoluzione dell’artista è notevole.
Il fiuto (ed il gusto) per il nuovo filone “eno”
la pone fra gli artisti più all’avanguardia.
Sono stato a visitare una sua personale ad Alberobello e, devo dire, che le opere dal vivo sono un’altra cosa, veramente da vedere.
Gino

29 Giugno 2012 @ 22:17

Grazie Gino! grazie di cuore…spero di rivederti ad altri appuntamenti con l’Arte Enoica.
Arianna Greco

Gino ha detto:

L’evoluzione dell’artista è notevole.
Il fiuto (ed il gusto) per il nuovo filone “eno”
la pone fra gli artisti più all’avanguardia.
Sono stato a visitare una sua personale ad Alberobello e, devo dire, che le opere dal vivo sono un’altra cosa, veramente da vedere.
Gino

Scrivi qui la tua recensione

Questo form serve per solo esprimere un'opinione su questa attività.
Per inviare un'email all'attività utilizzare il form precedente.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*).